Il ricamo…una passione che porto con me da sempre

Ciao carissima/o, come stai?

Io bene, un po’ stanca e sopraffatta da questo tempo ballerino, ma alla fine sto bene.

Non mi lamento.

Oggi sono andata a ritirare delle foto dal fotografo e sono passata davanti ad un giornalaio, non potevo non fermarmi a prendere un giornale di ricamo.

Ebbene sì, so che a molte può sembrare strano, ma amo ricamare!

Mi rilassa e mi riempie di orgoglio quando termino un lavoro.

Mi piace prendermi cura della mia casa decorandola con le mie creazioni.

Tende, cuscini o tovaglie….Asciugamani per il bagno o quadri…il mio motto è mai smettere.

Pensa che per natale ho regalato asciugamani per il bagno ai parenti e asciugapiatti per amici, un regalo personalizzato e soprattutto utile.

La cosa bella è che ogni volta che inizio un lavoro è come mettersi alla prova, migliorare sempre di più.

Tende della mia cucina…

Un po’ come nella vita..bisogna sempre migliorare e migliorarsi.

Direi che anche un po’ di sana competizione male non fa.

Quando vedi una persona che ha ricamato una bellissima tovaglia, e tu un centrino…ti viene voglia di cimentanti anche tu!

Devo confessarti che questa passione mi è nata da piccola, quando il pomeriggio andavo dalla mia pro-zia, giocavo a fare i vestiti alle bambole, giocavo a fare la signora e poi imparavo a ricamare…

Ovvio che i primi lavori vengono maluccio, ma poco a poco uno impara sempre di più.

Anche Roberto si è incuriosito, e vuole imparare…”mamma mi insegni a fare le croci?“.

Dispiace vedere che il ricamo è diventato una passione di nicchia…peccato…In una vita così frenetica e piena di nervosismo e tensione, fermarsi…infilare il fino nella cruna dell’ago…toccare il morbido del tessuto e iniziare a creare può solo che aiutare.

Asciugapiatti natalizio

Esatto, perché il ricamo è CREARE…c’è chi dipinge, c’è chi suona e noi CREIAMO CAPOLAVORI CON IL FILO!

Ci soffermiamo a pensare, a riflettere tra una crocetta e l’altra.

Intrecciamo le nostre storie e i nostri sentimenti tra filo e tessuto.

Quando sei più nervosa il filo verrà teso di più, mentre se sei distratta sarà più le volte che disfi il lavoro che l’andare avanti.

Ma alla fine…il duro lavoro ci ricompensa con l’ammirare contente la nostra creazione.

E se a qualcuno non piace? PEGGIO PER LUI!

hahaha

Adesso ti saluto,ma tu fammi sapere quali sono le tue passioni.

Qual’è quella cosa che sogni di iniziare per vedere come sarà da finita.

Noi ci ritroviamo la prossima settimana, con una nuova lettera.